Prix Sana 2014

  • Il premio nazionale per la salute Prix Sana va nel Canton Vaud e nella Svizzera orientale

    Il 29 novembre 2014 è stato assegnato per la quarta volta il premio nazionale per la salute Prix Sana. Il primo e il secondo premio sono stati assegnati a due vodesi. Il terzo ha premiato una sangallese. Il Prix Sana della Fondation Sana ha una dotazione complessiva di 30’000 franchi ed è il più ingente premio per la salute conferito a singole persone. Conduttore e moderatore della Festa di premiazione, tenutasi allo Swiss Handicap di Lucerna, è stato Nik Hartmann.

    Ogni anno, la Fondation Sana conferisce il Prix Sana ad una o più persone che si impegnano, con altruismo, per il bene di altri loro consimili. Quest’anno il Prix Sana è stato assegnato contemporaneamente alle tre vincitrici. La Festa di premiazione, alla quale ha preso parte anche il Consigliere di Stato Guido Graf, responsabile del Dipartimento della salute e della socialità del Canton Lucerna, è stata anche il momento clou del 10° anniversario di vita della Fondation Sana.

    Le vincitrici sono state scelte dalla giuria dopo un esame accurato delle numerose candidature proposte. Il primo premio di 12’000 franchi è andato a Carmen Arnold, Corcelles-près-Payerne, Canton Vaud. Carmen Arnold ha dovuto affrontare nella sua vita molte avversità che il destino le ha riservato. Nonostante uno stato di salute già molto compromesso, continua ad assistere a casa per circa 150 giorni all’anno i suoi due figli (di 31 e 33 anni) gravemente disabili. L’anno scorso è stata colpita da una doppia disgrazia: prima ha perso suo marito e poco dopo il figlio sano. Ciononostante, Carmen Arnold continua tenacemente – ormai sola – a portare a casa i suoi figli ogni fine settimana e in tanti altri giorni sparsi sull’arco dell’anno, e ad occuparsi di loro 24 ore su 24 con sorprendente energia e tanto amore.

    Il secondo premio di 10‘000 franchi è andato ad Anna Stutz, Buchillon, Canton Vaud. Jade è la figlia di Anna Stutz. È affetta da autismo. 14 anni fa, Anna ha cercato di trovare una struttura di assistenza che accogliesse Jade per un breve periodo perché lei stessa doveva essere ricoverata in ospedale – invano! Nello stesso anno ha costituito con i suoi risparmi una fondazione per l’assistenza di bambini autistici. La coraggiosa iniziativa si è man mano sviluppata e oggi gestisce una casa d’accoglienza per bambini e giovani autistici. A questi bambini Anna Stutz vuole permettere di disporre di un ambiente in grado di fornire un’assistenza individualizzata e di condurre una vita quanto più indipendente possibile. In questo modo allevia considerevolmente ogni giorno il peso che grava su molte famiglie che condividono lo stesso dramma umano.

    Con il terzo premio di 8‘000 franchi è stata infine premiata Claire Erne, Muolen, Canton San Gallo. Da 26 anni il marito di Claire Erne è affetto dal morbo di Parkinson. E da altrettanto tempo Claire Erne si prende cura, con dedizione e amore disinteressati, di suo marito. Nel frattempo ha acquisito vaste conoscenze specifiche sul Parkinson, conoscenze che condivide da 12 anni con pazienti colpiti dalla stessa patologia e i loro famigliari nell’ambito di un gruppo d‘auto-aiuto da lei fondato e di cui è responsabile a titolo onorifico. Da due anni ha esteso questa sua attività ad un altro gruppo d‘auto-aiuto per soli famigliari. Con la sua gioia di vivere e i suoi consigli ha infuso molto coraggio a tante persone.

    Inizio del bando di concorso per il Prix Sana 2015

    Da subito parte la ricerca di candidate e candidati al prossimo Prix Sana. Tutti possono partecipare e presentare le loro proposte. Tra tutte le candidature pervenute verranno estratti a sorte cinque soggiorni in Hotel per un valore di 1’000 franchi ciascuno.