Prix Sana 2015

  • «Prix Sana» 2015 premia il sostegno altruistico a favore dei bambini e del lavoro familiare

    Il Prix Sana, che con la dotazione di 30’000 franchi è il premio per la salute più ingente della Svizzera, va nel 2015 nei Cantoni di Berna, Zurigo e Giura. I tre nominati sono stati premiati dalla Fondation Sana con un importo di 10’000 franchi ciascuno per l’impegno disinteressato profuso a favore dei bambini e della famiglia. La premiazione ha avuto luogo nell’ambito di Swiss Handicap alla Fiera di Lucerna. Da subito possono essere presentate le candidature per il Prix Sana 2016.

    Il Prix Sana rende onore alle persone che si impegnano, con altruismo, per il bene di altri loro consimili. Da cinque anni la Fondation Sana conferisce questo premio la cui dotazione complessiva è di 30’000 franchi. Con il Premio per la salute, la Fondazione vuole dare un segno di riconoscimento e di stima per l’umanità e l’azione di responsabilità rivolta a persone in Svizzera colpite da gravi problemi di salute. Quest’anno la giuria, composta da un ampio ventaglio di eminenti persone, ha deciso di non stabilire una graduatoria ed ha premiato tutti e tre i nominati con 10’000 franchi ciascuno.

    Theres Lindt e Thomas Mainberger di Ittigen assistono e curano da molti anni nella loro casa privata bambini affetti da gravi andicap invalidanti. Offrono loro una seconda casa e ai genitori la possibilità di alleggerire la pressione a cui sono esposti e di usufruire di un prezioso sostegno: a giorni, a settimana, spesso anche per anni. La coppia Lindt/Mainberger assicura uno straordinario servizio comune, che da quindici anni costituisce l’elemento centrale della vita quotidiana della loro famiglia, che comprende anche due figlie.

    Christine Gäumann di Winterthur ha collaborato a dar vita ad un progetto d‘avanguardia, di cui è stata la forza trainante, che si occupa dei figli di genitori affetti da malattie psichiche o tossicodipendenti. Wikip, questo il nome del progetto di Winterthur, accoglie questi bambini «smarriti», che spesso restano fuori dalle maglie del sistema di prevenzione, trattamento e protezione dei bambini. Grazie al loro straordinario, coraggioso impegno dedicato al progetto, nel 2014 hanno potuto integrare Wikip in una struttura appositamente costituita, la Fondazione svizzera per la promozione della salute mentale dei bambini e degli adolescenti.

     

    Coralie Baraviera di Sonceboz aveva solo 22 anni quando suo marito, due anni dopo il matrimonio, fu vittima di un grave infortunio con trauma cranico. Negli anni successivi, Coralie gli è stata accanto senza riserve, seguendo tutte le terapie e i trattamenti. Gli ha regalato il coraggio di vivere e una famiglia con due bambini. Oggi, sette anni dopo, la situazione rimane difficile, ma non più senza speranza. Coralie Baraviera è commovente per la sua visione positiva della vita anche nelle difficili situazioni che la vita spesso non risparmia.