Prix Sana 2020

10° anniversario: il Prix Sana viene assegnato a due silenziose assistenti dei cantoni di Ginevra e del Vallese e ad una generosa coppia del cantone di Zurigo

Il Premio Svizzero della Salute Prix Sana festeggia quest’anno il suo decimo anniversario. Venerdì la giuria composta da cinque membri ha premiato come vincitrici del Prix Sana 2020 due donne e una coppia di coniugi: Anne-Marie Struijk di Vessy (GE), Mireille Udriot di Choëx sur Monthey (VS) e i coniugi Regina e Jean-Harry-Rolf Etzensperger di Watt (ZH). Per il loro impegno caritatevole riceveranno ciascuno la somma di 10’000 franchi svizzeri.

Molte persone si prodigano in modo disinteressato per il bene del prossimo. Troviamo questi silenziosi benefattori ovunque. Il loro apporto per la salute degli altri è inestimabile – sia con le loro azioni che con il conforto o un semplice sorriso. A queste persone la Fondation Sana assegna il Prix Sana una volta all’anno. In segno di riconoscimento i vincitori ricevono ciascuno 10’000 franchi per il loro impegno caritatevole in Svizzera nonché una scultura del Prix Sana realizzata dal famoso artista svizzero Gottfried Honegger.

Nel 2020 il Prix Sana festeggia il suo decimo anniversario. Durante i dieci anni del Prix Sana, 29 persone al servizio del bene comune hanno ricevuto complessivamente 290’000 franchi. La giuria composta da cinque membri è presieduta dal prof. dott. Martin Meuli, fino al luglio 2020 direttore della clinica chirurgica dell’ospedale pediatrico di Zurigo. La presentatrice della SRF Sandra Studer si è aggiunta quest’anno come nuovo membro della giuria. A causa della pandemia del coronavirus si dono dovuti purtroppo annullare i festeggiamenti per l’anniversario del 2020. I vincitori riceveranno comunque i loro premi e saranno onorati l’anno prossimo con un evento.

Ecco i vincitori del Prix Sana 2020

Jean-Harry-Rolf e Regina Etzensperger

Jean-Harry-Rolf e Regina Etzensperger di Watt (ZH) sono molto attivi nel sociale e in ambito sanitario. Educatori sociali e genitori di cinque bambini, hanno più volte accolto giovani disabili o provenienti da famiglie socialmente svantaggiate. Anche in situazioni di emergenza, come nei casi di violenza domestica, i bambini si sono potuti rifugiare da loro. Ancora oggi, per quanto in pensione, si prendono cura dei bambini durante il giorno.

Anne-Marie Struijk

Anne-Marie Struijk di Vessey (GE) si occupa delle cure palliative che mettono al centro la persona e suoi bisogni. Nel 2007 ha fondato la “Fondation La Maison de Tara”. Con la sua organizzazione forma ogni anno da 35 a 45 “bénévoles” per le cure palliative. Nella casa omonima le persone possono trascorrere i loro ultimi giorni e settimane di vita in modo dignitoso e secondo i loro desideri.

Mireille Udriot

Mireille Udriot di Choëx sur Monthey (VS) si dedica con passione ai bambini disabili o provenienti da situazioni familiari difficili. Dal 1984 la sua associazione “Emmanuel SOS Adoption” introduce i bambini in difficoltà nelle famiglie di accoglienza. Ad oggi ben 84 bambini hanno trovato una nuova casa. Lei e suo marito, loro stessi genitori di tre figli, hanno adottato otto bambini disabili. Hanno inoltre donato all’associazione la loro casa – lo chalet “ANAWIM” – per utilizzarla come casa per disabili.

Medien

Proposta delle candidature per il prossimo Prix Sana

Con il Prix Sana la Fondation Sana, organizzazione senza scopo di lucro, riconosce e sostiene in Svizzera il lavoro sanitario svolto in modo indipendente e gratuito a favore del prossimo. La fondazione è già alla ricerca di eroi della salute per il prossimo Prix Sana. Tra le proposte di candidatura ne verranno estratte a sorte tre, che beneficeranno di buoni hotel del valore di 1’000 franchi ciascuno. Le proposte possono essere inviate direttamente qui.